LIFESTYLE / FACCIO IO!

Gomitoli e relax

Maglia donna a ferri Share this post

Realizzare una maglia donna a ferri? Alzi la mano chi non desidererebbe indossare un capo fatto con le proprie mani. Bene! Se si comincia da adulti ovviamente occorre un impegno massimo, soprattutto se non si ha avuto la fortuna di avere una nonna pronta ad insegnarcelo. Io questa fortuna ce l’ho avuta e ringrazierò mia nonna per sempre per avermi trasmesso queste conoscenze. E dove non arrivo io, in lavorazioni o conteggi più difficili, c’è mia madre, che sicuro ha meno voglia di me di sferruzzare ma che viene sempre incastrata dalla sottoscritta. Chi non avesse mai provato deve sapere che oggi è pieno di corsi dal vivo e di tutorial su YouTube per cui non è di certo tardi per imparare.

L’ultima nata

Quella che vedete in queste immagini è la mia ultima maglia. Ho trascorso un paio di inverni a fare sciarpe e cappelli. Ero entrata, come si suol dire, in fissa per questo tipo di capo. Ora ho variato i miei traguardi e sono passata alle maglie. Questa è terminata, un’altra è in lavorazione.

Maglia donna a ferri
Un dettaglio del punto realizzato

In genere acquisto i filati da una signora che ha un negozio su via Giorgio Giorgis, a Fiumicino. Ultimamente, soprattutto in questo periodo di reclusione a casa, li ordino anche tramite internet da Marco Gamba, che ha un negozio al nord. Il filato che ho utilizzato per la realizzazione di questo maglioncino è una microfibra morbidissima che ho preso a Fiumicino. Si tratta del Monnalisa di Miss Tricot, che viene proposto in tantissime varianti di colore. Devo dire la verità…gli altri colori li ho notati tre giorni fa sul web perché quando ho visto questo me ne sono innamorata e non ho avuto occhi che per lui.

La maglia

Ero partita con l’idea di seguire il modello che mi veniva proposto in uno schema preso al negozio. Poi, come sempre, ho divagato stravolgendolo sia nella forma che nel conteggio dei punti. Insomma, ho cambiato tutto e, proprio per questo, ho pensato di proporlo.

Maglia donna a ferri
Il bordo si costruisce da sè

La maglia, come dicevo, è davvero morbida. Si può realizzare più o meno larga. Io ho scelto di farla con una linea comoda per indossarla con una camicia o una maglietta attillata, leggera e sbrilluccicosa che ho nell’armadio. Come vedete da quest’ultima foto il bordo inferiore si fa da sé durante la realizzazione del lavoro e cade perfettamente, qualunque sia la lunghezza che si sceglie per il maglioncino.

Potete trovare lo schema che ho ideato su Etsy.com, all’interno del FashionviewStore. Basta clikkare al seguente link:

Etsy/magliaferri

2 comments

g time Giugno 20, 2020 Rispondi

I used to be recommended this web site by my cousin.
I am not certain whether this publish is written by means of him
as no one else recognise such unique about my trouble.

You’re wonderful! Thank you!

my g Giugno 21, 2020 Rispondi

Link exchange is nothing else but it is simply placing the
other person’s website link on your page at
proper place and other person will also do similar in favor of you.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Related stories

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: