LIFESTYLE

Mete trendy? L’Italia lo è sempre i più

Mete trendy: mare Tropea Share this post

L’Italia rientra, sempre di più, tra le mete trendy scelte dai turisti stranieri. Roma è best destination degli arrivi internazionali aeroportuali, visto che vi approda il 51 per cento delle persone, seguita da Milano, Venezia, Firenze e Napoli. I canadesi si fermano almeno 10 giorni ad Ercolano, per il gran cono del Vesuvio. Sono questi alcuni dei risultati del monitoraggio effettuato da Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo in occasione della ventiduesima edizione dell’International Tourist Workshop Buy Lazio. Analizzati da Enit i trend di vendita delle destinazioni dei tour operatori internazionali.

Alcuni dati

Per quanto riguarda l’Italia c’è stato un incremento per il periodo estivo del 2019 rispetto al 2018, con il 48,5% degli operatori che vendono l’Italia nel mondo. Negli arrivi aeroportuali internazionali il trimestre estivo ha chiuso con un tre per cento in più rispetto al 2018. La principale destinazione tra le città d’arte è Roma, che si posiziona al top degli arrivi internazionali aeroportuali (46,3%).

Mete trendy. Roma best destination: il Colosseo
Roma, best destination: il Colosseo

Link utili:

www.buylazio.org

Il futuro

L’Italia rappresenta una meta attrattiva tutto l’anno. Secondo le stime attuali sull’andamento dei viaggi autunnali, si prevede un aumento delle vendite per il 41,7%, da parte dei tour operator interpellati da Enit. Notizie decisamente positive arrivano anche dai tour operator d’oltreoceano: basti pensare che per gli arrivi aeroportuali internazionali, il trimestre autunnale si presenta in aumento del +8,7% in Italia rispetto allo stesso periodo del 2018. Al momento la “classifica” vede in testa la Cina (+30% circa), seguita da Russia (+11,6%) e Usa (10,7%).

Quanto spendono gli stranieri?

Mete trendy balneari, scelte in Italia dagli stranieri. Ma…sapete quanto spendono per soggiornare? Bella domanda, direte. La risposta arriva da Enit, che ha rilevato un trend in crescita, con aumenti che variano tra un +5% e un +15%, per le vendite del prodotto balneare in Italia nell’estate 2019 rispetto al 2018. Tra gli europei la maggior richiesta di mare arriva da tedeschi, austriaci, francesi, spagnoli e russi mentre oltreoceano in testa troviamo Stati Uniti e Cina. Bene anche svizzeri, canadesi e argentini. Torniamo alla domanda iniziale, ovvero quanto spende in media a persona un turista straniero. La cifra, secondo gli ultimi dati, ammonta a 91 euro al giorno.

Mete trendy: il mare
Il mare italiano, meta amata da tanti stranieri

“Il balneare muove l’economia del turismo a ritmi più sostenuti – sostiene il presidente Enit Giorgio Palmucci – Per la vacanza al mare i turisti stranieri hanno speso nel Belpaese 6,6 miliardi di euro ossia il 20% in più nel 2018 sul 2017. Le entrate dei turisti stranieri per la vacanza al mare aumentano a doppia cifra in quasi tutte le prime 10 regioni (Veneto, Liguria, Campania, Sardegna, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Puglia, Lazio). Gli aumenti più significativi in Friuli Venezia Giulia (+38,2% 18/17) e Liguria (+34,5%). Proprio partendo dalle potenzialità del settore Enit vuole rafforzare l’intesa con gli operatori del settore e gli enti coinvolti affinché l’Italia offra la migliore ospitalità possibile e servizi coordinati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Related stories

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: