Idea week end

Idea week end: relax tra Umbria e Toscana

Share this post

Quando si arriva a Città della Pieve, si comprende immediatamente perché sia stata scelta per le riprese di alcune fiction famose, tra cui Carabinieri. Il borgo è un incanto. Situato a circa 500 metri di altezza, domina la Valdichiana e il lago Trasimeno. La sua posizione, in Umbria ma al confine con la Toscana, permette di raggiungere città d’arte di entrambe le regioni, ma anche località in cui trovare un sano riposo grazie alla presenza di terme, come Chianciano o San Casciano. Uno, in particolare, il personaggio che ha fatto la storia di questo luogo. Anzi, la storia dell’arte: Pietro Vannucci, meglio conosciuto come “Il Perugino”

Giorno 1: Città della Pieve

Partendo dalla piazza del Comune, si percorre via Garibaldi su sui si aprono vicoli e vicoletti. Troviamo negozi, bar e pasticcerie. Percorrendo i vicoli si possono scoprire i ristorantini in cui gustare pietanze locali. La città può essere scoperta anche attraverso i percorsi che ci vengono suggeriti dalla cartellonistica presente: il percorso dei vicoli, di colore azzurro, 19 tappe nei luoghi più suggestivi; il percorso dei paesaggi, con i vari belvedere su monti e colline; gli energy trekking; i sentieri del Perugino.

Per saperne di più vi allego un link: http://www.cittadellapieve.org/lista_itinerari.html

Tappa imperdibile la cattedrale di S.Gervasio e S.Protasio, con la torre civica. Qui sorgeva l’antica Pieve, con la fonte battesimale. Al suo interno si trovano opere come “Il battesimo di Cristo” e la “Madonna in gloria fra i Santi protettori Gervasio e Protasio con lo stendardo della Città e i Santi Pietro e Paolo”. Tra le altre chiese da vedere: Sant’Agostino, San Francesco, San Pietro.

La Madonna in trono fra i Santi Gervasio e Protasio

Quella che vedete sopra, invece, è la rocca trecentesca. Ricorda i rapporti difficili che questa Città ebbe con Perugia. Dopo averla ammirata dall’esterno e aver passeggiato nel cortile, siamo entrati trovando una bella sorpresa: la mostra dei Lego. A curarla, un’associazione del posto, persone che hanno fatto della loro passione un’esposizione visitabile per tutte le vacanze di Natale e che verrà riproposta in altro luogo nel mese di giugno. Da vedere, sempre sul corso centrale, palazzo della Corgna.

DOVE MANGIARE

E ora qualche idea “mangereccia”. Come prima cosa vi consiglio due luoghi che io ho provato in prima persona. Il primo è la Taverna del Perugino. Si trova, ovviamente, in via Pietro Vannucci. Abbiamo cenato qui a Capodanno, in quanto l’offerta prevedeva un menù à la carte. Ottimi gli antipasti, i miei pici cacio e pepe, i cannelloni e la carne. Servizio puntuale, veloce, ben organizzato anche in una serata tradizionalmente difficile come S.Silvestro. Ve lo consiglio e ci tornerò io stessa.

L’altro è il ristorante Quo Vadis, in località Ponticelli. Si trova a dieci minuti nemmeno da Città della Pieve, annesso all’albergo Fondovalle, a ridosso di un distributore di benzina. Vi assicuro che si mangia davvero bene e il personale, anche in questo caso, è molto gentile.

La lista completa, se volete intraprendere un percorso alla scoperta dei prodotti locali, tra cui vino e olio, si trova sul sito di Città della Pieve al seguente link:

http://www.cittadellapieve.org/site/10/ospitalita/index.html

DOVE DORMIRE

Io ho dormito all’hotel Fondovalle. Ho prenotato alla fine, a un paio di giorni dal Natale e, fortunatamente, ho trovato posto. L’albergo è apparso pulito, la camera per 4 molto spaziosa, praticamente un mini appartamento. Anche qui tutti molto disponibili e gentili. Se date un’occhiata al sito troverete suggerimenti anche dei percorsi per scoprire il territorio in sella alla mountain bike.

Giorno 2: Relax alle terme

Dedicate del tempo alla cura della persona e al benessere psicofisico. A circa 30 minuti da Città della Pieve si trovano le terme di Chianciano. Tempo fa avevo provato le Sensoriali, una meraviglia in cui rigenerarsi. Mi ero immersa nelle piscine, avevo fatto i fanghi, la stanza del silenzio e il percorso suggerito come il più adatto a me, che dovevo recuperare forze ed energie. Se siete senza bimbi al seguito ve le consiglio assolutamente.

E ora l’alternativa per chi si muove con la famiglia. Se avete ragazzi sotto i 12 anni potete andare alla terme Theia. Qui fanno entrare anche i bambini più piccoli. Si divertiranno un mondo tra piscine, cascate e getti d’acqua e voi trascorrerete, comunque, una giornata all’insegna del relax. Questo è il sito di riferimento, dove potrete trovare tutte le informazioni e i costi sia sulle terme Sensoriali che sulle Theia.

http://www.termechianciano.it/

Ah! Dimenticavo! Le piscine Theia non sono prenotabili e c’è la possibilità, come accaduto a me, che si venga inseriti nella lista di attesa per l’ingresso.

Giorno 3

E questo è, infine, il mio suggerimento per il terzo giorno. Come dicevamo, da Città della Pieve si può andare alla scoperta di altri luoghi carichi di fascino e bellezza. Tanto per cominciare in breve tempo si raggiunge Perugia. E con qualche km in più anche Assisi. Una città che non è solo meta religiosa per i fedeli di San Francesco ma anche traguardo del turista che desidera scoprire la nostra meravigliosa Italia.

Sapete cosa mi ha colpito profondamente? Il panorama nei dintorni della Basilica di San Francesco. Ecco una galleria che la vede come unica protagonista. Le foto sono state scattate nell’arco di un’ora. Qui si può vedere come cambiano luce e paesaggio e come muta quindi la suggestione di chi osserva questo luogo

E’ incredibile come siano mutati i colori del paesaggio che circonda la Basilica di San Francesco nel giro di un’ora.

Infine, sei luoghi dove dormire:

www.hotelgiottoassisi.it

www.nunassisi.com

www.castellopetrata.it

www.grandhotelassisi.eu

www.fontebellahotel-assisi.com

www.lesilve.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Related stories

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: